A cosa serve il martello tassellatore e quale scegliere

Nei lavori in casa è importante avere sempre a portata di mano l’attrezzo giusto per ottenere dei buoni risultati, senza dover ricorrere ad un tecnico in ogni occasione, anche la più semplice. Gli elettroutensili più usati per i lavori di fai da te sono il trapano, la smerigliatrice e il martello tassellatore, in quanto risultano utilissimi in ogni tipo di lavoro in casa e ne facilitano notevolmente le operazioni. Spesso, però, molte operazioni semplici, come praticare un foro su una parete molto resistente, risultano particolarmente difficili se non abbiamo gli attrezzi giusti. E’ dunque il caso di parlare del martello tassellatore, un utensile molto simile al comune trapano, ma con una marcia in più per far fronte alla foratura dei materiali più resistenti e di ampio spessore. In questo articolo approfondiremo le sue potenzialità e offriremo alcuni consigli per la scelta del martello tassellatore più idoneo alle specifiche esigenze.

In cosa differisce dal trapano standard?

Il martello tassellatore non differisce molto dal comune trapano apparentemente, ma esiste una netta differenza fra trapano standard e martello tassellatore in termini di funzionalità. Il principio di funzionamento del trapano a percussione standard si basa sulla rotazione di due dischi scanalati che si spostano a vicenda e trasferiscono la percussione alla punta del trapano; il martello tassellatore, invece, funziona sfruttando la compressione dell’aria da parte di un pistone che si muove grazie al lavoro di una biella o di una manovella. martello-tassellatoreLa compressione comporta una percussione, che genera dei colpi alla punta del martello. E’ facile intuire che i colpi di un trapano a percussione standard sono più rumorosi e faticosi per piccoli lavori di demolizione, mentre il grande vantaggio di un martello tassellatore è proprio la facilità nel trarre lavoro utile dall’operazione di compressione aria-pistone con meno fatica e in meno tempo. Il martello tassellatore brushless, inoltre, ha una tecnologia ancor più avanzata, in quando permette di lavorare senza la necessità di spazzole, prolungando la vita utile del macchinario e le sue prestazioni.

… E dal martello demolitore?

Un martello tassellatore può essere al contempo anche demolitore, con le funzioni di percussione e rotazione integrate. Le due funzioni, in molti modelli presenti sul mercato, possono essere attivate contemporaneamente o indipendentemente l’una dall’altra, con il comando Roto Stop. La differenza fra le due funzioni consiste in un diverso risultato: un martello demolitore effettua, con la rotazione, una frantumazione della porzione di parete che si sta forando. La funzione di percussione dettata dal martello tassellatore determina la foratura precisa e prestante su pareti molto resistenti, difficilmente garantite con un semplice trapano o con sola rotazione della punta del martello.

Consigli per la scelta

La scelta di un martello tassellatore brushless deve essere commisurata allo sforzo a cui deve essere sottoposto in futuro. Consigliamo, per questo, di scegliere un modello che assorbe almeno 850 W. E’ importante scegliere senza fare troppa economia, poiché un buon martello tassellatore ha un prezzo superiore al trapano standard, ma assicura prestazioni professionali per una molteplicità di operazioni difficili e una durabilità superiore ai modelli scadenti, per cui la riparazione è più dispendiosa.

Sul mercato esistono numerose aziende produttrici di martelli tassellatori di qualità, come l’azienda Hitachi, che si è specializzata nella produzione del modello di martello , tassellatore brushless, un prodotto leggero, potente, e, resistente, capace di forare velocemente calcestruzzo, legno, metallo senza apporre eccessiva pressione, facilitando l’operazione di foratura e riducendo la fatica.

Leave a Reply

  

  

  

26 − = 25