Isolare il sottotetto a Vicenza: la guida

Isolare il tetto di una abitazione è la soluzione più efficace per ottenere una minore dispersione di calore ed escursione termica. Oggi grazie ad una serie di tecnologie molto innovative, si può isolare il tetto in modo pratico ed efficace, magari risparmiando anche qualcosina sui costi complessivi dei lavori. Se solo si pensa che isolare il sottotetto comporta non solo un minore consumo energetico ma anche una attenuazione dei rumori esterni, allora c’è un motivo in più per convincersi di ingaggiare una ditta che esegua questo tipo di lavori sul territorio vicentino e soprattutto sappia consigliare il materiale dei pannelli isolanti più adatti alle esigenze dei propri clienti.

Isolare il sottotetto: i vantaggi

Isolare il sottotetto a Vicenza e non solo, presenta solo numerosi vantaggi. Innanzitutto si ha un maggior comfort in casa con una temperatura costante per tutta la giornata. Durante i mesi estivi la temperatura si manterrà più fresca, mentre durante i mesi invernali la temperatura tenderà ad essere più calda lasciando un tepore unico che vi accoglierà a casa facendovi rilassare. Questa caratteristica aiuta sì ad avere un abbassamento evidente sui consumi energetici con un dispendio minore di luce e gas e un conseguente abbassamento della produzione di inquinamento.

Isolare il sottotetto: i materiali

Una  volta che ci si rivolge ad una azienda specializzata nel settore è necessario sapere quali materiali isolanti è possibile scegliere e perché. I pannelli isolanti termici più diffusi sono: sughero, legno, polistirolo,  schiuma e vetro granulare. In particolare ogni tipo di materiale presenta diverse caratteristiche:

  • Pannelli isolanti in sughero sono scelti per lo più per il loro basso costo e per il fatto di essere più ecologici rispetto agli altri. I pannelli in sughero sono ideali per contrastare le escursioni termiche, i rumori e soprattutto l’umidità.
  • Pannelli isolanti in legno sono molto duri e sono realizzati con materia prima scelta e accuratamente selezionata. Il legno è pressato e proveniente da scarti di lavorazione e di pulitura dei boschi. Un pannello in legno isola il tetto sia a livello termico che a livello acustico.
  • Pannelli isolanti in polistirolo espanso sfruttano la caratteristica isolante del polistirene EPS che oltre ad essere un buon isolante termico, è anche molto economico.
  • Pannelli isolanti in schiuma di poliuretano che sono sfruttati per lo più per isolare tetti piani e falde.
  • Pannelli isolanti in vetro granulato sono realizzati con del vetro misto ad altre sostanze, tra cui la sabbia.

Il materiale dei pannelli isolanti deve essere deciso anche tenendo conto del tipo di lavori da intraprendere della tipologia differente dei tetti: tetto piano, tetto a falde con sottotetto non praticabile, tetto a falde con sottotetto praticabile. Inoltre è necessario farsi consigliare da chi è più esperto del settore e che riesce a capire anche la tempistica della messa in opera a seconda se i lavori bisogna farli con la presenza o meno delle persone in casa.

Isolare il tetto: i costi

Ad incidere molto sul costo finale di un lavoro di isolamento termico è non solo la scelta dei pannelli e dei materiali ma anche la modalità dei lavori da portare avanti. Il costo dell’installazione dei pannelli isolanti varia a seconda dei lavori da eseguire e della manodopera impiegata.

Inoltre isolare il sottotetto di un’abitazione rientra tra i lavori di riqualificazione energetica e quindi anche in questo caso si possono usufruire di detrazioni fiscali fino al 55% fornite dallo Stato.

Leave a Reply

  

  

  

+ 27 = 30