Come scegliere l’affettatrice domestica più adatta a te

Prima di comprare un’affettatrice domestica dovrai sempre valutare una serie di aspetti che sono fondamentali per rendere più semplice la fase di acquisto e la tua stessa scelta. Sul mercato infatti ci sono tanti modelli e differenti fasce di prezzo, che dipendono dai materiali usati per realizzarle e soprattutto dalla loro funzionalità.
Se non hai spazio a sufficienza e non vuoi spendere troppo è bene puntare su un prodotto di fascia media, tenendo però presente alcuni punti che andremo ora ad elencare di seguito.
Prima di tutto dovrai partire valutando il design: quando scegli un prodotto medio-basso troverai una struttura semplice, con il diametro della lama che non supera i 17 cm. E’ fondamentale controllare che disponga di piedini in gomma per garantire sempre massima stabilità: è bene verificare che la struttura sia in metallo e compatta, per non eccedere con le dimensioni.

Un altro aspetto importante è la potenza, poiché il wattaggio corrisponde alla reale efficacia del taglio; evita di andare al di sotto di 300 watt, poiché più scendi e più rischi di imbatterti in affettatrici elettriche che non solo fanno fatica a tagliare, ma tengono a surriscaldarsi con troppa facilità.

Consigli utili in fase di scelta: pulizia e materiali usati

Quando parliamo di materiali facciamo riferimento soprattutto alla lama: verifica che sia in acciaio inox e cerca di evitare i modelli che presentano molte parti in plastica, poiché sono estremamente più fragili, anche se meno costose. Controlla sempre anche la lunghezza del cavo di alimentazione e soprattutto la possibilità del blocco che permette di aumentare la sicurezza, soprattutto per i bambini. Alcuni modelli presentano anche un salva lama grazie al quale puoi evitare che la lama venga danneggiata dall’esterno; si tratta però di una caratteristica che è tipica nelle affettatrici professionali.

Infine è bene parlare della pulizia: la facilità con cui potrai ripulire la tua macchina al termine di un utilizzo è fondamentale. Le affettatrici rgv di fascia più alta hanno una base in alluminio laccato con vernici alimentari si tratta si una soluzione superiore rispetto a un classico rivestimento in plastica. La fase di pulizia è fondamentale per evitare la formazione di germi dai residui alimentari che hai precedentemente usato. Ti sconsigliamo di usare in questa fase sostanze abrasive o detersivi che compromettono la tua macchina: è infatti sufficiente usare un panno umido che potrai bagnare con acqua e aceto, perfette per eliminare ogni odore. A questo punto potrai effettuare la scelta migliore senza paura di commettere errori!

Leave a Reply

  

  

  

73 − 69 =