La carpenteria industriale pesante

La carpenteria industriale pesante è alla base di una molteplicità di settori produttivi di alta qualità, per i quali è sempre alto l’interesse relativo ai processi di lavorazione utilizzati per la realizzazione dei prodotti finiti che ne derivano. Di seguito spiegheremo i principi che caratterizzano la carpenteria industriale e i processi di lavorazione dei prodotti di carpenteria industriale pesante metallica.

carpenteria-pesante

Cos’è la carpenteria?

La carpenteria è per definizione un’attività specializzata nella costruzione in metallo o legno di edifici o parti di edificio, mobili e strutture di grandi dimensioni. Chiamiamo carpenteria industriale il processo di lavorazione che si avvale di macchinari all’avanguardia che rendono possibile la realizzazione di elementi di carpenteria di grandi dimensioni e in grande quantità, a differenza della carpenteria artigiana, i cui prodotti sono realizzati a mano con l’aiuto di utensili più semplici per la modellazione del ferro e del legno.

L’avanzamento industriale ha reso possibile la realizzazione di elementi in serie sempre più precisi e specifici per ogni richiesta di settore, ma soprattutto la lavorazione di elementi di grandi dimensioni e spessori. Ciò ha portato alla definizione di carpenteria pesante, che si differenzia dalla carpenteria leggera proprio per l’entità delle lamiere impiegate, in spessore e in grandezza. Mentre la carpenteria leggera comprende tutte quelle lavorazioni che non hanno funzione portante, come la realizzazione di porte, cancelli, infissi e recinzioni, la carpenteria pesante è l’insieme delle lavorazioni che comportano la produzione di elementi che svolgono azione portante nella struttura in cui sono inseriti, sia in ambito civile sia industriale. E’ proprio la funzione così importante della carpenteria industriale pesante che comporta requisiti altissimi di qualità dei materiali e dei processi di lavorazione, al fine di garantire la massima sicurezza sia in fase di montaggio che in quella di esercizio delle strutture costruite.

I processi di lavorazione industriale per la carpenteria metallica pesante

I processi industriali più utilizzati per la produzione di carpenteria metallica pesante sono essenzialmente la calandratura e la saldatura. Le due lavorazioni fanno parte di processi altamente specializzati, la cui qualità dipende dalla professionalità delle aziende che eseguono tali lavorazioni e dalla materia prima, l’acciaio, il metallo più importante nel mercato attuale grazie alle sue caratteristiche di alta resistenza a trazione che lo rendono particolarmente adatto alla funzione strutturale delle costruzioni moderne.

Il processo di calandratura è un tipo di lavorazione delle lamiere che esegue la lisciatura e la compressione dell’acciaio, grazie al passaggio dei fogli di lamiera metallica attraverso varie serie di rulli rotanti, le cosiddette “calandre”, riscaldati in precedenza. La calandratura ha lo scopo di ottenere prodotti cilindrici o conici e si serve di calandre di diverso diametro per regolare la curvatura e la misura dei prodotti finiti.

A seguito della calandratura, i tubi metallici richiedono altre operazioni successive, come l’assemblaggio di più sezioni di tubi, l’applicazione di elementi speciali come anelli, fondi e flange, oppure la saldatura degli elementi lavorati.

Il processo di saldatura è, dunque una lavorazione di finitura degli elementi sottoposti alla calandratura e richiede una particolare formazione e informazione degli operatori. In particolare, gli operatori devono possedere le qualifiche necessarie per garantire la qualità della saldatura sugli elementi di carpenteria pesante, il controllo della saldatura nelle fasi successive alla realizzazione e la gestione del materiale e delle attrezzature utilizzate in luoghi di lavoro idonei e sicuri.

Leave a Reply

  

  

  

3 + 2 =