La laserterapia contro la caduta dei capelli

La caduta capelli è una piaga che affligge sempre più gente, riguarda addirittura quattro maschi adulti su cinque e coinvolge anche la popolazione femminile in percentuale sempre crescente. Oltre all’alopecia androgenetica, la calvizie più comune causata da fattori ereditari, diverse concause concorrono ad aggravare la situazione e a minacciare in maniera sempre più impattante la salute di capelli e cuoio capelluto, come lo stress, l’inquinamento cittadino, il fumo e una dieta sregolata. Tra le possibili soluzioni, una delle più efficaci consiste nella laserterapia, attraverso cui è possibile limitare o addirittura arrestare la caduta capelli.

Il trattamento laser è stato sviluppato nell’ultimo decennio negli Stati Uniti e prende il nome di LLLT (Low Level Laser Teraphy). Approvata dalla FDA (Food and Drag Administration) è giunta oggi anche in Europa. L’intervento combinato di laser e trattamenti igienici fa sì che i follicoli piliferi riacquistino vigore, rallentando il processo di decadimento del capello e agevolando allo stesso tempo il riequilibrio idro-lipidico del cuoio capelluto. Cosi la miniaturizzazione viene arrestata e i capelli diventano più folti e resistenti.

Funzionamento: il soggetto viene investito da radiazioni a basse emissioni rilasciate da uno specifico casco che investono l’intero cuoio capelluto. Ciò permette un incremento della circolazione sanguigna che a sua volta nutre i bulbi e il capello. In tal modo si ha una maggior produzione di cheratina (la proteine che compone in massima parte il capello) con ovvie ricadute positive sulla salute dei capelli. l’intervento si estende nell’arco di 12 – 14 sedute della durata di circa 20 minuti l’una, è indolore e non causa alcun tipo di effetto collaterale. Essa ha effetti benefici anche contro la forfora, favorisce la normalizzazione della seborrea e svolge una efficacissima azione preventiva sui soggetti che non manifestano segni di alopecia. La terapia rappresenta dunque una validissima risorsa, la quale deve però essere sempre preceduta dai regolari controlli dermatologici per accertare l’idoneità del paziente al trattamento.

Leave a Reply

  

  

  

34 − = 32