I gesti tecnici del portiere

Il portiere di calcio è un ruolo particolare, molto diverso da tutti gli altri in campo. Questa particolarità si riflette anche nell’incidenza del numero dei portieri sul totale dei calciatori, in ogni squadra ce ne sono solo tre in tutta la rosa, su 11 in campo (anche per regolamento naturalmente) c’è un solo portiere. Un ruolo particolare ha anche dei particolari e specifici gesti tecnici, che nella preparazione di un portiere sono fondamentali, dato che si dovrebbe arrivare ad essere totalmente padrone di certe tecniche.

Passiamo fare una breve sintesi delle principali tecniche utilizzate da un portiere. Per prima cosa è fondamentale che il portiere si trovi in una corretta posizione di attesa, sia rispetto al pallone che alla porta. Non parliamo di una posizione statica, ma da adattare in base alla posizione della sfera con degli spostamenti.

Quando un portiere interviene con le mani, in relazione al tiro, può intervenire con una presa al ventre, o una presa al volto oppure con una presa sopra la tesa. Per tiri più impegnativi può rispondere con una respinta con i pugni (effettuata con una sola mano o con entrambe) o una parata in tuffo.

Per far ripartire la propria squadra invece,  si avvale delle varie rimesse in gioco, da effettuare sia con le mani che con i piedi.

Leave a Reply

  

  

  

+ 77 = 81