Le Risorse umane e i social network

Rimanere al passo coi tempi significa che tutti si aggiornano, anche e soprattutto nel lavoro. Il mercato del lavoro, in continua evoluzione, richiede strategie mirate per il reclutamento e la valorizzazione delle risorse umane. Come fare? È presto detto: tramite l’utilizzo del web 2.0.

Gli “head hunter” possono infatti ricercare profili professionali interessanti attraverso i social network come Facebook o Linkedin. Oggi quasi il 50% delle aziende utilizza regolarmente entrambi questi strumenti per l’attività di recruiting. Nello specifico lo strumento più utilizzato dai responsabili HR è Facebook, seguito da Linkedin, social network che si dedica a mettere on-line il proprio profilo professionale e a favorire la comunicazione fra candidati e aziende. Dall’altro lato della medaglia, però, più del 60% dei candidati non ha mai inviato curricula verso annunci pubblicati sui social. Uno studio rivela che la maggioranza per trovare lavoro nelle risorse umane fa uso di piattaforme specifiche del web.

Per quel che riguarda la valorizzazione delle risorse umane in azienda, sfruttare i social tool diviene quasi una necessità. Le comunicazioni interne vengono agevolate e il sistema che ne deriva si mostra trasparente e orizzontale. Viene favorito il flusso di idee innovative anche tra dipendenti e dirigenti e la partecipazione si espande a tutta la famiglia aziendale.

Utilizzare social network, però, può portare anche a dei rischi. Parliamo di privacy. I dipendenti devono imparare ad utilizzare questi strumenti scandendo bene fra vita privata e vita professionale, apprendendo che alcune cose devono essere omesse, altre rivisitate, altre evitate. Inoltre bisogna evitare di lasciarsi sfuggire commenti pesanti sul lavoro, opinioni rispetto ai collaboratori o, peggio ancora, rispetto ai propri dirigenti.

Il potenziale della gestione orizzontale è enorme, a patto che i dirigenti rinuncino alle differenze fra ruoli gerarchici e il Responsabile HR operi discreti controlli, garantendo libero scambio di informazioni, ma tenendo sempre sotto controllo l’esagerato utilizzo di commenti o opinioni. Se si riesce a far questo, possono nascere idee innovative ed aumentare la propria competitività. I  benefici dell’uso di social network sono: la massimizzazione dei risultati nell’attività di recruitment e la condivisione di best practice.

Leave a Reply

  

  

  

1 + = 9