Dalle luci bici all’alimentazione per ciclisti, il mondo delle due ruote in mostra a Padova

Si è da poco concluso Expobici, l’evento dedicato al mondo delle due ruote che si svolge da qualche anno nel quartiere fieristico di Padova.

Dal 21 al 23 settembre la città di Padova ha fatto da cornice ad uno dei maggiori eventi dedicati al mondo della bicicletta, in tutte le sue declinazioni, dalle luci bici all’alimentazione per ciclisti: pur essendo nata da poco (quella del 2013 è stata la sesta edizione), Expobici, la fiera internazionale della bicicletta da poco conclusasi, è già considerata come una delle più importanti fiere di settore a livello non solo nazionale, ma anche europeo. Seconda solo all’Eurobike di Friedrichshafen, la fiera padovana ha registrato in quest’ultima edizione un’ulteriore crescita in termini di visitatori, che già negli anni scorsi avevano invaso i padiglioni della fiera.

Le premesse per l’edizione del 2013 erano a dir poco buone: già nel luglio di quest’anno lo staff e gli organizzatori della fiera parlavano di “tutto esaurito” riferendosi al gran numero di espositori presenti: 550 per la precisione, disposti su una superficie espositiva di 18.000 metri quadri. Tra gli espositori presenti, sia aziende italiane, come la vicentina Fizik, sia nomi internazionali provenienti da altri paesi europei, statunitensi e dall’Estremo Oriente. Il tutto in una regione, il Veneto, che non è stata scelta a caso per ospitare un evento dedicato alla bicicletta: per quanto riguarda questo specifico settore, infatti, il Veneto è la prima regione in Italia per numero di aziende, fatturato, produzione ed export, ma è ai primi posti anche se guardiamo al numero di appassionati delle due ruote in rapporto alla popolazione e di campioni, per non parlare del settore della ricerca. E la ricerca ha trovato il giusto spazio anche in questa edizione della fiera, con l’esposizione di alcuni prototipi creati da un gruppo di studenti dell’Università IUAV di Venezia che hanno portato avanti una ricerca sulla mobilità.

Le rosee aspettative della vigilia hanno trovato riscontro già durante la giornata di apertura, quando gli spazi della fiera di Padova sono stati “invasi” da circa 25.000 visitatori, e un notevole successo è stato quello registrato anche dal Test Day di Galzignano, svoltosi il 20 settembre: a mettersi alla prova sui tre percorsi inseriti nel contesto dei Colli Euganei sono stati 1.500 appassionati, quasi il doppio rispetto all’anno scorso, quando si presentarono in 800.

Durante la giornata inaugurale ha avuto luogo anche la consegna degli Expobici Innovation Award, destinati a prodotti che anticipano le tendenze future in fatto di design, creatività e tecnologia. È anche con l’assegnazione di questi premi che gli organizzatori vogliono sottolineare l’importanza data all’innovazione e al costante aggiornamento nel settore.

L’offerta fieristica, ampia e variegata, va dalle biciclette all’abbigliamento e accessori per ciclisti, dalle componenti delle bici al cicloturismo, senza dimenticare l’alimentazione per sportivi, gli apparecchi per il fitness e la stampa specializzata. Oltre all’offerta espositiva, Expobici ha proposto, in questa come in tutte le altre edizioni, interessanti momenti di approfondimento dedicati a varie tematiche: dal seminario tecnico sulla tecnologia Shimano al workshop sul futuro della bici, i partecipanti ad Expobici hanno avuto modo di indagare il mondo delle due ruote guardandolo da diverse prospettive.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.