Totem multimediali e altre idee per far risaltare il proprio stand

Prendere parte ad una fiera di settore può essere molto fruttuoso per un’azienda, ma è necessario che lo stand sia organizzato in modo oculato.

Le fiere di settore costituiscono un importante terreno d’incontro per le aziende e i professionisti operanti in uno stesso campo, che hanno così la possibilità di stipulare interessanti accordi commerciali. È però anche vero che le fiere possono sembrare dei calderoni di spazi tutti simili gli uni agli altri, e che è necessario farsi notare anche con il proprio stand, dotandolo magari di totem digitali o di qualche altro elemento in grado di attirare l’attenzione.

Le proposte, in fatto di stand fieristici ed espositori in generale, sono varie ed eterogenee, e comprendono supporti video, porta depliant, espositori e desk di varie fogge e dimensioni. Molto utile, per attirare l’attenzione degli avventori, è il totem multimediale, che si differenzia per dinamicità da altri tipi di elementi espositivi ed è quindi in grado di diventare protagonista dello stand. Ancora più utili sono quei totem multimediali che permettono ai visitatori di interagire: l’interazione è infatti un elemento da non sottovalutare in ambito fieristico. Molti sono i partecipanti alle varie fiere che apprezzano la possibilità di sostare davanti ad uno stand non solo per raccogliere volantini e parlare con i responsabili dell’azienda, ma anche per interagire con qualche supporto multimediale messo a disposizione dallo stand stesso.

Oltre ad interazione, altra parola chiave da tenere in mente è estetica. Vale anche in ambito fieristico l’adagio per cui anche l’occhio vuole la sua parte: non dimentichiamo che l’apparenza dello stand funge da biglietto da visita per la nostra azienda, esattamente come accade per gli uffici e il quartier generale, ed esattamente come questi l’aspetto dello stand deve essere curato e in grado di trasmettere delle sensazioni positive a chi gli si avvicina, possibilmente dando un’immagine quanto più rappresentativa dello stile dell’azienda. Per creare uno stand efficace, si potrebbe pensare quindi di partire da un “concept”, seguendo un’idea precisa che rappresenti la nostra azienda o i prodotti che stiamo presentando in fiera. In questo modo lo stand sarà in grado di comunicare un certo messaggio, dando agli avventori un’idea precisa di cosa si sta parlando. Intorno all’idea di base si possono quindi sviluppare tutti gli elementi dello stand, tenendo presente che una delle componenti fondamentali è la luce: uno stand deve cercare di essere luminoso e non essere quindi adombrato da un numero troppo elevato di elementi. Spazio quindi a isole promozionali, totem, desk ed espositori, ma senza esagerare e senza forzare la mano: l’ideale è trovare il giusto equilibrio tra quantità di elementi necessari a fornire tutte le indicazioni necessarie ai visitatori e a far risaltare il proprio stand in mezzo agli altri e la necessità di ottenere uno spazio comunque arioso e accessibile per gli avventori che volessero entrare nel nostro spazio. Posizionare un numero troppo elevato di elementi all’entrata del nostro stand, per esempio, potrebbe agire da deterrente e impedire quindi agli interessati di venire a scoprire qualcosa in più sulla nostra azienda e sui nostri prodotti.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.