Brand Optima Italia in chiave Brand Napoli

Napoli Brand, la ricerca firmata da Lucio Iaccarino e pubblicata da Ad Est dell’Equatore, pone una questione di identità aziendale: la relazione tra Optima Italia, multiutility nata nel 1999 e attualmente diffusa in tutta Italia, e la città d’appartenenza, Napoli. La ricerca valuta punti di forza e debolezza, opportunità e rischi. Funzionali all’analisi sono stati focus group sui consumer, interviste ai manager del settore, lo studio di 40 casi nazionali e internazionali, ricordandone le scelte strategiche riguardanti il rapporto con il territorio. Tra quelli presi al vaglio, è presente il marchio Virgin.
“Il gruppo Virgin comprende al suo interno più di 300 brand in tutto il mondo che vanno dalla telefonia mobile ai servizi finanziari, dai media ai fitness. Le dimensioni del gruppo non ne hanno in nessun modo intaccato l’identità: l’idea è l’appartenenza ad un gruppo giovane e innovativo, a prescindere dalla collocazione geografica”. Virgin è il caso estremo di un marchio di dimensioni talmente ampie da porsi esso stesso come colonizzatore dei luoghi: “vergini” quindi sono i territori stessi, che acquistano una caratterizzazione dal brand che lì sceglie di allocarsi. Un ribaltamento della relazione tra brand e territorio possibile solo per multinazionali di proporzioni “giga”. Il libro viene presentato alla Feltrinelli Libri e Musica di Napoli, il 26 marzo alle ore 18, con la partecipazione di Lucio Iaccarino, Filippo Ceccarelli e Francesca Ghidini. Per informazioni vedi www.thinkthanks.it.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.