Trattamento della calvizia non chirurgico a Pescara: Dott. D. D’angelo

PRP

Il PRP è una terapia medica rigenerativa che consente di poter rimediare ad alcune tipiche patologie del capello, e non soltanto, attraverso una sostanza ricca di fattori di crescita piastrinici e di origine autologa. Il Dottor D’Angelo è uno dei pochissimi medici in Italia ad offrire questo nuovo trattamento e, in grado quindi, di fornire le dovute informazioni a riguardo.

 

DOTTOR D’ANGELO, COSA SI INDICA CON L’ACRONIMO “PRP” E QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTA TERAPIA?

È l’acronimo inglese di Platelet Rich Plasma, tradotto come plasma ricco di piastrine. Potremmo definire questo prodotto della medicina come un innesto di vitalità. Grazie all’alta concentrazione piastrinica infatti, il PRP svolge un rilevante contributo nei processi di rivascolarizzazione sanguigna e proliferazione cellulare che lo rendono un fattore di crescita adatto alla cure di più patologie pilifere. È un prodotto di origine autologa e quindi assolutamente innocuo per la salute del paziente; deriva infatti proprio dal sangue.

 

IN CHE MODO SI OTTIENE QUESTA SOSTANZA?

Dalla centrifugazione del sangue precedentemente prelevato al paziente. Il sangue viene infatti sottoposto ad una serie di particolari trattamenti che permetteranno di dividere le sue principali componenti cellulari. Quella di interesse è la sostanza ad alto contenuto di piastrine che andrà infatti a costituire il PRP. Il colore di questo prodotto è piuttosto chiaro e di consistenza semi-liquida.

 

QUALI PATOLOGIE PILIFERE E’ IN GRADO DI CURARE?

Perfetta per la cura di forme di alopecia come quella areata o androgenetica, ovvero quelle più comuni che colpiscono sia donne che uomini. Purtroppo non si assicurano risultati positivi nei casi di calvizie totale. Per il trattamento infatti è importante che ci sia almeno una, seppur ridotta, presenza di fusti capillari. A volte si consiglia questa terapia anche a pazienti che hanno fatto un trapianto in precedenza perché può incentivare i processi di attecchimento dei bulbi.

 

IL TRATTAMENTO E’ DOLOROSO?

Assolutamente no. Dopo aver prelevato il PRP dal sangue, si passa al suo inoculo sottocutaneo tramite una iniezione che risulterà indolore per la previa anestesia locale. Il trattamento è ambulatoriale e può durare fino a 40 minuti. Per la stimolazione del cuoi capelluto, il medico dovrà utilizzare un apposito roller con sporgenze che preparerà la cute all’inoculo del prodotto e che, una volta iniettato, sarà meglio distribuito attraverso un massaggio locale. L’innesto piastrinico stimolerà quindi le cellule staminali dei bulbi piliferi che fino ad allora erano silenti. Dopo circa 2 mesi dalla prima seduta, i capelli inizieranno a crescere raggiungendo uno stato ottimale dopo 6/8 mesi. In casi più gravi potrebbero essere necessarie più sedute mediche.

 

QUALI SONO GLI ALTRI CAMPI DI UTILIZZO DEL PRP?

Questa sostanza è utilizzata in molteplici campi medico-chirurgici: in chirurgia oculare, odontoiatria, traumatologia sportiva (trattamento di lesioni e fibrosi muscolari) e chirurgia plastica ricostruttiva ( in caso di ustioni gravi). In medicina estetica, il prodotto svolge un importante azione antiaging e si presenta inoltre come possibile soluzione per la cura dell’acne. In particolare può favorire un ringiovanimento della pelle del viso, del collo, del décolleté e delle mani. Con piccole iniezioni localizzate si ottiene un leggero “effetto filler” grazie alla stimolazione cellulare del collagene e dell’ elastina.

 

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito internet del centro Skin Laser Clinic  a Pescara www.laserclinic.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.