A lezione di cucina con LM Shop: i piatti di stagione e della tradizione casalinga

Con l’arrivo dell’autunno, è un piacere riscoprire i profumi e i sapori dei piatti di stagione: la memoria viaggia immediatamente all’immagine delle nostre nonne che con maestria sapevano interpretare questi sapori e che per secoli ci hanno tramandato i segreti dei loro piatti casalinghi.

Riscoprire questa tradizione diventa facile e divertente con LM Shop, che propone una serie di prodotti di design pensati per organizzare gli ingredienti e cucinare i migliori piatti della cucina casalinga italiana.

Andiamo dunque a lezione di cucina con Calder, che ha ideato, per la Collezione Classic, la linea per la pasta fatta in casa: i cappelletti rotondi, o anolini, sono tipici della cucina emiliana e possono essere preparati asciutti o in brodo.

Dopo aver steso la pasta, ritagliato delle strisce uniformi, e riposto una noce di ripieno al centro, sovrapponetevi una seconda striscia di pasta e aiutatevi con gli stampi per cappelletti rotondi di Calder, disponibili in due dimensioni (∅ 3cm e ∅ 3,4cm), per definire la forma dei vostri anolini.

Con i corzetti ci spostiamo invece in Liguria: che li preferiate accompagnati con il più tradizionale pesto o con un sugo di ragù o pomodoro, il procedimento è sempre lo stesso: impastate la farina di grano saraceno e la farina bianca con uovo, olio e sale e, dopo aver lavorato la pasta, stendetela e ricavate dei dischetti regolari con l’aiuto dello stampo per corzetti in legno di Calder. Scegliendo tra i due fondi, liscio o lavorato, potrete ottenere corzetti semplici o decorati.

Un’alternativa leggera e gustosa per accompagnare i vostri corzetti è un sugo di verdure di stagione, che affetterete con l’aiuto della pratica lama Dieta di Bianchi Casalinghi.

Preparati con farina di frumento, di riso o di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie, gli gnocchi sono un piatto molto semplice e sostanzioso, adatto ad ogni tipo di condimento.

Ottenuto l’impasto che desiderate, dividetelo in filoni dello spessore di 2-3 cm, tagliate gli gnocchi e riponeteli su un vassoio infarinato. Infine, il tocco caratteristico degli gnocchi, la rigatura: tradizionalmente questa viene praticata con una forchetta, ma utilizzando il rigagnocchi in faggio con manico di Calder sarà più facile e veloce!

Per l’ultima parte della nostra lezione di cucina torniamo in Emilia Romagna con i garganelli, pasta all’uovo dalla forma tubolare, ottenuta rigando delle piccole losanghe di pasta.

Per ottenere degli ottimi garganelli, impastate 4 uova, 400 gr di farina 00 e un pizzico di sale fino a raggiungere un impasto omogeneo e sodo. Lasciate riposare l’impasto per 10 minuti, stendete la sfoglia e ritagliate la pasta in quadrati di 3 cm.
Avvolgete i quadrati uno a uno sul pettine per garganelli di Calder e fateli scivolare sulla base rigata in faggio. Et voilà!

I garganelli vengono tradizionalmente accompagnati con un ragù di salsiccia o con prosciutto, piselli e panna. In entrambi i casi, non può mancare una spolverata di parmigiano, per la quale vi consigliamo la grattugia per formaggio di Bianchi Casalinghi!

Se invece volete allontanarvi dalla tradizione e dare un tocco “esotico” a queste preparazioni, provate i Cubotti di sale e pepe di Spezie & Co: il sale rosso delle Hawaii ha un leggero retrogusto ferroso e una vivace sapidità; il sale Celery è una mistura classica di sale fino e di semi di sedano; il pepe Cubebe, di origine asiatica, ha un accentuato sentore balsamico e fresco, mentre il pepe di Sichuan, anch’esso proveniente dall’Asia, possiede un leggero aroma di limone.

Concludiamo la nostra lezione di cucina di stagione con un consiglio utile: per preparare ottimi piatti di stagione, sono necessari ingredienti di buona qualità, conservati con cura: il contenitore in alluminio opaco di Italo Ottinetti sarà perfetto per conservare la farina che avrete utilizzato nella preparazione della vostra pasta fatta in casa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.