Shopstic lancia Pointstic per oltre duemila device Android

Per gli utenti che dispongono di device Andorid l’attesa è finita. È stata rilasciata il 31 marzo la App Pointstic per oltre duemila dispositivi che utilizzano il sistema Andorid, da quelli più economici a quelli più costosi e sofisticati venduti negli ultimi due anni.
Il lancio era previsto per la fine di maggio, ma la richiesta da parte degli utenti era talmente elevata e pressante da spingere i due fondatori di Shopstic, Antonio Giannetto e Alessandro Regonini, a lavorarci incessantemente per essere pronti alla nuova release per la fine di marzo.
Gli ingredienti che hanno determinato il successo di Poinstic sono: possibilità di scaricare l’App gratuitamente, nessun obbligo di acquisto, forte interazione con Facebook e grande varietà di azioni semplici che consentono di collezionare punti e richiedere regali da un ricco catalogo.
La App, uscita a ottobre 2012 per i dispositivi iOS, permette di compiere azioni semplici come il check-in presso i punti vendita o la scansione del codice a barre di un prodotto. A queste azioni si aggiungono “sfide” più creative che prevedono un maggiore coinvolgimento dell’utente, quali: scattare foto da condividere nelle pagine Facebook o preparare una pietanza con un determinato prodotto e presentarlo alla Rete di amicizie virtuali. Queste sono risultate tra le sfide più seguite perché rendono protagonista l’utente, gratificandone la componente narcisistica. Le azioni compiute dal “giocatore” di Pointstic fanno guadagnare punti che vengono caricati all’istante nel profilo dell’utente stesso. Al raggiungimento di un certo punteggio lo “sfidante” potrà richiedere un regalo scegliendolo da un ricco e variegato catalogo gestito direttamente da Shopstic.
La sua natura fortemente social – il collegamento ad un profilo Facebook è obbligatorio per scaricare la App – è una delle carte vincenti di Pointstic, che si è rivelato un perfetto mix tra il gaming e una idea nuova di fidelity reward. Ma è l’ampia varietà di azioni che ha consentito a Pointstic di avere un consenso così ampio – sono oltre 35.000 gli utenti, che dispongono di un device iOS e che hanno già scaricato la App – coinvolgendo un ampio spettro di utilizzatori che vanno da un’età minima di sedici anni fino ai quarantacinque anni ed oltre, con una maggioranza del 55% della fascia di età compresa tra i trenta e i trentacinque anni, che è considerata la fascia di mercato altospendente e maggiormente redditizia.
Questi mesi, dal lancio di Poinstic ad oggi, sono serviti ai fondatori di Shopstic come periodo di test prima di cimentarsi in una upper running verso la conquista di nuovi partner e nuovi mercati internazionali. Il team di Pointstic, che lavora incessantemente alla realizzazione di nuove sfide, allo sviluppo di nuovi contenuti e alla correzione dei bug, ha avuto molti riscontri diretti sull’efficacia della nuova App nelle modifiche delle abitudini di acquisto dell’utente. Dalla sua nascita a oggi, anche grazie alla continua interazione con l’utenza attraverso il profilo ufficiale Facebook di Pointstic, le sfide sono divenute sempre più avvincenti e il fatto stesso che le azioni da compiere per ottenere i punti siano definite “sfide” incentiva l’utente a cambiare le sue abitudini, ad entrare in un negozio e a comprare un determinato prodotto, anche se l’App non prevede alcun obbligo di acquisto. Questa caratteristica classifica Pointstic come uno degli strumenti più innovativi in grado di fare leva sul marketing digitale oltre ad essere una App che si muove nell’ambito della comunicazione below the line.

Il lancio di Pointstic per i dispositivi Android è stato accompagnato da un invito, diffuso attraverso Facebook, a preregistrarsi attraverso un like o sul sito Web di Pointstic per ottenere immediatamente, dal momento in cui la App viene scaricata, dei punti extra.
“Il numero di device Android è decisamente più elevato e lo sforzo è stato maggiore – afferma Alessandro Regonini responsabile dello sviluppo di Pointstic – ma ci ha permesso di ottimizzare la App per i tablet e con il suo lancio contiamo di raddoppiare la base di utenti nei prossimi due mesi.” E sembra essere una stima assai cautelativa perché i numeri per i dispositivi Android sono piuttosto elevati.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.